ANHW x Dal BASSO Festival // ILENIA VOLPE, The Exploders Duo, Stanley Rubik, Fiori di Cadillac, PoveroAlbert and more…@ S.M.C.V. (30-04)

29 April, 2016

Domani sera ci sarà un festival importantissimo nel Csoa Spartaco Iskra di Santa Maria Capua Vetere!
La migliori band emergenti campane e non, sotto la direzione di INSOMNIA CONCERTI con i ragazzi di TOS Radio.
“Dal Basso” è un nome emblematico che serve a rappresentare la volontà degli organizzatori del festival di riunire e sostenere con forza una scena più volte messa da parte,
ponendosi come punto di riferimento per chi ascolta e per chi contribuisce con la propria arte
all’espansione della scena campana,
partendo dal proprio garage verso i più importanti palchi nazionali ed internazionali.
Si comincerà prestissimo,
l’ingresso al festival prevede una sottoscrizione
di 5,00 € alla porta; dalle 01:00 per l’after party la sottoscrizione è di 3,00€.

Ma ora andiamo a scoprire alcuni gruppi che si esibiranno:


Apertura porte ore 15:00
–– Proiezione Cortometraggi a cura di
VideoMaker Film Festival

–– Live Unplugged 17:30
Tonia Cestari (Caserta)
The Boogie Machine (Caserta)
• Giglio (Napoli)
• perprestazionioccasionali (Napoli)

––– MAIN STAGE 19:00
Tuna’ Soul (Caserta)
GOMMA (Caserta)
LaFesta (Caserta)
Port-Ligat (Napoli)
I Botanici (Benevento)
Elephant Brain (Perugia)
PoveroAlbert (Caserta)
Fiori di Cadillac (Salerno)
Malmö (Caserta)
The Exploders Duo (Avellino)
Stanley Rubik (Roma)
ILENIA VOLPE (Roma)

–– LIVE SET (1:00AM) a cura di @ A NEW HOPE WEBZINE
Bharika (Denied Area) – Qing (Firenze)


13007154_601710579986934_8952733158876505189_n

 

Ilenia Volpe

Schermata 2016-04-29 alle 11.46.09


All’esordio, con un disco prodotto da Giorgio Canali, Ilenia Volpe ha ben mostrato di che pasta è fatta. “Radical chic un cazzo”, si intitolava, quel disco. Undici canzoni che si muovono tra lo spirito “riot grrrl” di scuola Hole e L7, schitarrate alla Rossofuoco, attitudine punk-rock, miscelate ad una leggerezza, una grazia cantautorale di rara profondità e maturità. Un esempio? “Maledetta bellezza” il primo singolo estratto dal nuovo, atteso album, uscito il 15 di aprile, “Mondo al Contrario”.


STANLEY RUBIK

Schermata 2016-04-29 alle 12.03.33


Il loro primo disco, “Kurtz Sta Bene”, è targato INRI records e già questo basta a garantirne la qualità. Un lavoro dove le atmosfere ellettro-ipnotiche create dai synth e le sperimentazioni sonore si mescolano e alternano alla perfezione con la matrice rock del power trio romano formato da Dario (voce, basso, synth, piano e programming) Gianluca (chitarra, synth, samplers e programming) Andrea (batteria, synth pads). Un lavoro che loro stessi definiscono un misto di “complicazioni e contrapposizioni tra “vecchie” e “nuove” sonorità”.
Mai come per la musica degli Stanley Rubik il nome del gruppo rivela quello che poi vi si ritrova nella loro musica: da un lato brani teatrali e ricchi di tensione che ricordano effettivamente lo stile registico del genio Kubrik dall’altro testi che echeggiano le ossessioni e le contraddizioni del tempo presente.
La vita, in tutti i suoi aspetti, che ci assale e ci turba:


“solo uno zoom-out ci regalerà un’ inquadratura privilegiata,
un piano sequenza rivelatore,
un insieme di colori e sfaccettature che renderà risolvibile il Cubo di Rubik”
.


THE EXPLODERS DUO

Schermata 2016-04-29 alle 12.27.36


Ogni live degli irpini The Exploders Duo promette fuoco e fiamme e chi, come noi, li conosce bene sa di cosa stiamo parlando. Dopo un 2014 ricco di soddisfazioni che li ha visti vincitori del concorso Ti Facciamo L’EP, indetto dalla rivista Rolling Stone Italia e da Dr Martens Italy, sono ora impegnati nella promozione del loro primo lavoro in studio.
Una infinità di date in giro per il sud Italia e non solo, culminate con la magnifica serata in apertura de I Ministri dello scorso 1° aprile e la ancor più recente pubblicazione dei video di due dei loro pezzi più conosciuti: “Sparala Grossa” e la “Giacca di Carmen”.
La formazione è essenziale: Gabriele Troisi e Daniele Carullo, rispettivamente chitarra e batteria, l’ispirazione è chiara, White Stripes e The Black Keys, il suond è un misto di blues e rock and roll allo stato puro. In attesa della loro esibizione, vi facciamo un regalo e vi lasciamo il loro EP rigorosamente in free download. BOOM!


Fiori di Cadillac

Schermata 2016-04-29 alle 12.31.19


I Fiori di Cadillac nascono nel 2009, pubblicano il primo l’Ep Anoikis nell’ottobre del 2010 contenente 4 brani inediti caratterizzati da un’altalena di inquietudini e malinconie.
A inizio 2011, grazie al primo Ep, la band viene ingaggiata dall’etichetta fiorentina Forears. Grazie alla nuova etichetta nell’ottobre 2013 pubblicano l’album Cartoline che viene accolto molto bene dalla critica musicale, a ciò fa seguito un tour nazionale che li porta anche ad esibirsi ed ottenere importanti riconoscimenti in diversi contest nazionali.
Nel 2015 la formazione della band subisce importanti rivoluzioni interne che spingono il progetto verso una nuova direzione. I Fiori di Cadillac, in seguito a questi cambiamenti, decidono entrare di nuovo in studio per registrare il brano inedito “Fantasmi” accompagnato da due brani tratti da “Cartoline” ai quali, per l’occasione, viene date una ineditaa veste che rispecchia il nuovo corso. Contemporaneamente al lavoro di scrittura e composizione, grazie al producer londinese Steve Lyon, rieditano in inglese il disco “Cartoline” in modo da spalancare le porte a scenari europei ed internazionali.


PoveroAlbert

Schermata 2016-04-29 alle 12.36.05


I PoveroAlbert sono una indie rock band di Caserta votata alla sperimentazione.
Nascono nel 2009, ma con un altro nome, poi sostituito dall’attuale nel dicembre 2013 dopo la pubblicazione di “A Closed Box”, primo disco della band. Nello stesso anno vincono il premio della giuria al contest “Prove di Rock 2013” e l’anno successivo si aggiudicano il “Mamamù Lab Contest”. I PoveroAlbert, dopo la pubblicazione del primo album, hanno intrapreso una lunga serie di concerti che si è intervallata nel tempo e che li ha portati a condividere il palco con artisti come Fast Animals and Slow Kids, Pan Del Diavolo, Niccolò Carnesi, Any Other e tanti altri.


Port-Ligat

Schermata 2016-04-29 alle 12.47.17


Tre allegri ragazzi che fanno musica triste. O il contrario.


I Port-Ligat nascono nel 2012 da un’idea di Emanuele (voce e basso) e Giuseppe (synth e voce). Nell’aprile del 2013 riescono a trovare la quadratura del cerchio con Alessio alla batteria. Dopo due anni passati fra concerti scolastici e piccoli contest, smaltendo quella gavetta obbligata di ogni gruppo che si rispetti, riescono a partorire il primo lavoro, “Carne”, un ep di 5 tracce, presentato al Mamamu, locale storico di Napoli.
La loro musica sviluppa un’idea singolare di pop capace di attrarre l’ascoltatore tramite l’uso prolungato e ridondante di riff di sintetizzatore e di basslines distorte. I loro testi riflettono di amore e vita quotidiana con l’ironia di un’adolescenza infinita.


I Botanici

Schermata 2016-04-29 alle 12.46.09


I Botanici sono una band post-rock nata a Benevento ad inizio 2015.
Dopo il primo mese di cover, influenzati dalla scena alternative ed indie italiana, iniziano a sviluppare i primi pezzi, tirando su il primo lavoro di tre tracce “Demo in ciabatte”: “Non sbaglio più”, “Io non credo”, “C’avremo tanto da fare”.
I testi parlano di amori “botanici”, spontanei, sentimenti semplici, fino a toccare paure ed incertezza.
In questi mesi la band è stata selezionata per diversi contest, vincendo, tra l’altro, l’Insomnia contest 2016. Hanno aperto diverse band fra cui i Fast Animal Slow Kids e gli italo-brasiliani Selton. A fine aprile entreranno in studio per la registrazione del primo EP sotto la produzione di Bebo de Lo Stato sociale.


Elephant Brain

Schermata 2016-04-29 alle 12.37.50


Elephant Brain sono in cinque, vengono da Perugia, fanno rock e scrivono in italiano. L’anno scorso è uscito il loro primo EP omonimo di quattro inediti (pubblicato esclusivamente in digitale per Fuori Produzioni e scaricabile gratuitamente dal loro sito www.intoelephantbrain.com), un bel disco duro, graffiante, con una batteria che pesta duro, lavoro che pare accomunarli, per quanto possibile, a band come Ministri, Teatro degli orrori, Fast animals slow kids.
Attualmente sono anche in finale all’Arezzo Wave per la regione Umbria.


Se ancora il rock esiste, gli Elephant Brain ne sono una giovane e stupenda incarnazione italiana.


Malmö

Schermata 2016-04-29 alle 12.42.33


I Malmö sono una band di Caserta fondata nel 2014 dopo che in un bar di provincia le idee geniali, genuine, autentiche, potenti, determinanti ed emozionanti di quattro ragazzi che condividevano inconsapevolmente un sogno si sono incontrate e finalmente trovate.


Tutto il resto è storia ed è venuto da sé, naturale,
leggero, inesorabile; un viaggio lento, senza fretta, senza meta.



Click Here 4 More…


SECONDO NOI TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: