PICK OF THE DAY // FAT HAND AND DOLLARS (1986)

28 January, 2015

“ In fotografia ci sono due parole volgari: la prima è arte, la seconda è buon gusto.

La bellezza è intelligenza. E il fascino non ha nulla a che fare con il denaro ”

HELMUT NEWTON


Ecco, in un breve aforisma, il succo della poetica del fotografo tedesco Helmut Newton, celebre soprattutto per i suoi scatti di moda: caratterizzati da una tecnica ineccepibile, capaci di trasformare le modelle in presenze statuarie dal sex appeal conturbante. In continuo contatto con gli eccessi di un’umanità straricca e viziata, in perpetuo movimento tra le capitali mondiali del lusso – Montecarlo, Los Angeles, New York, Milano, Parigi -, Newton ne immortala, in uno stile patinato e volutamente kitsch, protagonisti e comparse: personaggi che tentano, tramite la ricchezza e la sua ostentazione, di ottenere fascino e status.

Ecco il perché del ritratto di questa mano grassa, dalla manicure costosa; il cui mignolo è agghindato con un diamante esagerato e pacchiano, a sottolineare una completa mancanza di stile. Newton, però, come Brecht, non lascia spazio all’emozione o all’interpretazione: tende alla rappresentazione minuziosa; e, di conseguenza, alla spiegazione che si spinge al di là di ogni possibile fraintendimento: ecco, allora, a completare il quadretto, un voluminoso fascio di banconote di grosso taglio, che sfuggono alla presa. Il bianco e nero pretende di conferire una qualche monumentalità, completamente fuori luogo, ad una scena che, nel suo contenuto, è quanto più di distante dal concetto comune di nobiltà, grazia, eleganza.

Uno scatto che racconta tanto anche dell’ambiguità dello stesso Newton: sempre insofferente alle regole del perbenismo e dell’eleganza, riottoso all’etichetta d’artista; ma a proprio agio nel mondo della moda, pronto a vendere il proprio talento per l’offerta più alta. Quella mano sgraziata, sotto sotto, è anche un po’ la sua.


47021346


 

SECONDO NOI TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: