SpecialArtist | Fresh Daily.

26 November, 2014

fresh-at-blenderNativo di Brooklyn e si vede. Fresh Daily è uno dei rapper più in voga degli ultimi 5 anni. Figlio della generazione del Super Nintendo e della console Sega Genesis, non manca di rispetto ai grandi del passato che hanno formato il genere che ama e che riflette la sua espressione artistica. Quando gli abbiamo chiesto l’essentials ci aspettavamo, conoscendo il tipo, un capello preferito o uno dei suoi mille paia di occhiali, gadgets, ipod o magliette strafighe. Invece ci ha scritto che… “non sono gli oggetti a creare l’essenza in un uomo ma ciò che ha nell’animo e nella testa”. Alla fine ci ha scattato questa foto che contiene un magazine che lui collezione dal FRANK n°151 (di cui consiglio vivamente la lettura), tascabile comodo da leggere in metro, dei soldi, che a NY fanno sempre comodo, e l’adesivo della marca “Only”, ovviamente Newyorkese. Una piccola annotazione: nel numero FRANK c’è uno speciale su Mf Doom, uno dei suoi rapper/artisti preferiti in assoluto.


 

FreshDaily_2


“New Jack of Brooklyn Boom Bap”

Michael Richardson, fuoriclasse. Il posto da dove proviene è forse il più speciale della terra a livello artistico e sportivo. La storia la conoscete ed è simile a tante altre, un ragazzo nasce sulla sponda del fiume che collega Manathan a Brooklyn… cresce non in condizioni adeguate, un po’ come Chris nel telefilm “Everybody Hates Chris”. Ma lì tutto è speciale e le “roots” sono più mature, più vigorose, diverse da qualsiasi altro luogo sulla terra. La sua priorità è restare costantemente innovativo senza abbandonare le influenze e l’attitudine che hanno creato il suo suono fin da ragazzo, prima di diventare anche un grafico.
Quello che esprime è lo stesso messaggio di Sa-Ra e Africa Bambataa e “The Gorgeous Killer: In Crimes Of Passion” che fu il suo primo lavoro solista (con produzioni di Illmind, Oh No, 88 Keys, Dj Spinna, Exile) scosse in modo assurdo la grande mela… e voi sapete benissimo che se lo fai anche solo una volta a Bedford–Stuyvesant, Brooklyn, meglio conosciuta “Bed Stuy – Do Or Die”, lo fai in tutto il mondo.

Qui arriva Sky Beatz, che mentre preparava il suo ritorno (dopo essersi cullato per anni sul successo della produzione per Jay-z del pezzo “Dead President”), fa accumulare esperienza ed insegna i trucchi del mestiere a Michael. Dj Spinna lo porta sotto la sua ala protettrice e il passo dal primo mixtape/abum “Mothership / Land” al suo disco “The Quiet Life” è un attimo. Un equilibrio sonoro spaventoso tra il nuovo rap sperimentale, fatto di contaminazioni elettroniche, e quello vecchio legato al “The Boom, The bip, the boom bip” citando un pezzo degli Atcq. In realtà il mio preferito è l’EP che fece con il produttore Benamin con cui gira spesso… 5 Stelle extra lusso uscito nel 2009. “The Brooklyn Good Guy” invece è il suo ultimo lavoro.

Qui la maturità è superiore a gl’altri lavori ma con lo stesso suono di sempre. “O hai un sound tuo o non sei nessuno”: per l’occasione si è fatto accompagnare dagli stessi produttori con l’aggiunta di belle novità come Audiotreats, BMB Spacekid , Black Spade, D/Will, Doc Illingsworth , Jinesis, P.U.D.G.E., Sabzi , Sam Champ , Shigeto, Shuko e Suede Jury.
Forse ho scritto più nomi di quanti ne avrei dovuti svelare…occhio perché sono dei grandi produttori, il meno conosciuto ma il più forte è BMB Spacekid, cercate in giro i suoi ultimi lavori e non ve ne pentirete.




SECONDO NOI TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: