PASS THE POPCORN /// THE DROP (2014)

26 January, 2015

 Un film come questo, va detto, si fa presto a proporlo e a farlo vedere. Perchè? Beh, sentite qua:

1. Il regista. Michaël R. Roskam, belga, era già stato candidato all’Oscar nel 2011: il suo Bullhead (Rundskop in originale) è stato in lizza come “Miglior film straniero“. Questo suo secondo lavoro, il primo americano, ha partecipato al Festival di Toronto.

2. Sceneggiatore. Vi dice nulla il nome di Dennis Lehane? No? Davvero devo dirvi chi è? Avete presente film come Mystic river di Clint Eastwood o Shutter Island di Martin Scorsese? Bene, sono stati tratti da alcuni suoi celebri romanzi. Così come The drop; che, però, adatta personalmente.

3. Attori. Tom Hardy: Bane in Batman, Inception di Christopher Nolan, Locke di Steven Knight… Ah, ok. Avete capito chi è, bene: altrimenti iniziavo davvero a preoccuparmi. Noomi Rapace: la Lisbeth della trilogia Millenium originale (quella svedese, insomma, non il remake di David Fincher con Daniel Craig). No? Allora proviamo con Prometheus di Ridley Scott: magari di questo vi è capitato di sentire qualcosa in giro… James Gandolfini: beh, Mr. Tony Soprano in persona; e credo che possa bastare, no? (Tra l’altro, questo è l’ultimo film che ha girato: poco dopo la fine delle riprese, infatti, Gandolfini partì per Roma, dove ebbe l’attacco di cuore che lo stroncò, il 19 giugno del 2013).

4. L’ambientazione. Brooklyn NYC. Ma scordatevi la “Broccolino” italo-americana, abilmente mostrata in tante altre pellicole. È la Brooklyn dei nostri giorni, questa: in mano alla mafia russa, che ancora non controlla pienamente il territorio. Un’ oscura no man’s land, che vi stupirà.

5. La storia. Il drop del titolo è la caduta delle buste di banconote nel doppio fondo, situato dietro la spillatrice della birra, dietro il lavello – o ovunque diavolo essa venga nascosta -, che le bande di malavitosi cecene spediscono, attraverso dei corrieri, ad un bar del quartiere, durante una serata concordata, per lavare il denaro sporco. Sperando che a nessuno venga in mente di tentare il colpo che potrebbe cambiare la vita…

Che dite, può bastarvi?

Buona visione, allora.

(La scheda del film a cura di ROTTEN TOMATOES – Click Here – )


 

STREAMING

 

SECONDO NOI TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: