RAINY DAYS – D#2 // Ooopopoiooo + Elius Inferno & The Magic Octagram – live @ Av (5-12)

29 November, 2015

 a Cura di Do Hope


Il 4 dicembre ad Avellino comincerà una 5 giorni di “fotosintesi musicale”.
Anche quest’anno il Rainy Days Festival contesterà  pioggia e freddo con 8 band di qualità.
L’evento prevede act musicali di artisti nazionali ed internazionali per una staffetta di concerti in alcuni dei locali più rappresentativi della città come: il  Ynot Bar, il Godot Art Bistrot, il Meet Eventi, il Black House Blues ed il Museo Irpino .
Ovviamente noi di #ANHW.it ci saremo come al solito con i nostri modi di comunicazione, eccovi gli artisti del secondo giorno:

Ooopopoiooo

12273770_1819307838295751_6514767231875435709_o


A volte la creatività si manifesta in modo particolare e spesso appare in luoghi perfetti per la sua tipologia di frequenza sonora, cioè, ogni sound ha il bisogno di essere concepito o ascoltato in luoghi adatti a quest’ultimo. Infatti, l’organizzazione del Rainy Days ha deciso di far ammirare l’anima altisonante degli Ooopopoiooo nell’affascinante location del Museo Irpino. Purtroppo per problemi di capienza è obbligatorio prenotarsi qui (http://bit.ly/RainyDays2015). Con Vincenzo Vasi e Valeria Sturba “on the stage” è facile perdersi in atmosfere oniriche o lasciarsi cullare dal suono impalpabile dei theremin, facendosi trasportare dal ritmo e dalla delicatezza dei loro brani come dimostra il singolo Mister Theramin.



La particolarità di un suono ricercato costruito attorno a violini, percussioni e voci elettroniche che creano un contesto immaginario, quasi strambo ispirato da scritto come Stefano Benni ed Ermanno Cavazzoni.
Il loro primo disco arriva dopo due anni di attività come una sorta di amore verso un suono fantasma, ma, in questo contesto la realtà è sempre presente come il fascino di una  Medusa libera. Infatti la chiave musicale è molto diversa da quella che conosciamo, così come le note, che saltabeccano con grande libertà ma con suoni precisi e ben determinati, carichi di tensioni emotive ma eleganti come un movimento delle mani durante la seduzione.
Il loro linguaggio musicale non è Star Trek e di sicuro non parleranno il Klingon però, nei live, il loro “gergo” musicale trascina la fantasia in mondi paralleli mai visti prima. Vederli dal vivo sarà un esperienza unica ed irripetibile. Non ci credete? beh se siete amanti degli spoiler… cliccate sul video qui sotto.

Spoiler Allert!

 Elius Inferno & The Magic Octagram

12244430_1819582338268301_6471251221572517224_o


 In questo stesso giorno al WhyNot Bar, non molto distante dal Museo si esibirà un duo psycho and rock progressivo.
Elyo Di Menza e Donnie Guasto riescono semplicemente a mostrare tutti i colori di un deserto musicale attraverso la perdita del “divino”. L’influenza sonora della fine degli anni ’60,  sulle sezioni ritmiche del filone Krautrock con riff di chitarra alla Black Sabbath formano il loro intrigante suono.
A Breve uscirà un nuovo singolo singolo sotto l’Annibale Records con il loro primo video.
Don’t sleeeppp on thisss !



 

 

 

 

SECONDO NOI TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: