TRACK OF THE DAY // DICK JOHNSON (1987).

9 September, 2015

Ve la ricordate Pussy Galore, la calda e morbida “Bond girl” di Missione Goldfinger? Quella di «Rinfoderi il suo fascino, Mr. Bond, sono immune?». Bene. Forse non tutti ricorderanno che in giro, una ventina di anni dopo, girava un’altra Pussy Galore: una band, questa volta. Una delle prime a fondere rock, blues, punk e noise in un feroce e letale sound trash-rock che ha monopolizzato la scena indie dei tardi ’80 – quando “indie” era davvero sinonimo di “indipendent” ragazzi, e non quella massa di stereotipi sonori spacciato oggi dalle multinazionali -. I suoi membri avrebbero dato vita, dopo lo sciogliemento, ad altre formazioni fondamentali nel sound degli anni ’90: Jon Spencer, con la sua The Jon Spencer Blues Explosion, inventava il punk-blues; Neil Michael Hagerty interpretava al meglio, col noise psichedelico dei Royal Trux, la stagione dell’ heroin chic. Tutto è racchiuso, però, in maniera seminale nei Pussy Galore. Provare per credere: prendetevene un assaggio qui, nella nostra TRACK OF THE DAY.



 

 

SECONDO NOI TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: