PASS THE POPCORN // Across the 110th street (1972)

5 March, 2015

 Il film che vi offriamo oggi, non avrebbe nemmeno bisogno di presentazioni. È uno dei gioielli della blaxploitation (sebbene fu criticato alla sua uscita, perché non completamente rispettoso dei canoni del genere)e un riuscitissimo film poliziesco. Un grande Anthony Quinn recita la parte diel capitano di polizia Mattelli, italo-americano, cinico, rude e stanco del proprio mestiere. Il suo partner – Yaphet Kotto, in una delle sue primissime performance – è il luogotenente di polizia afroamericano Pope. I due si trovano ad investigare sul furto di 300.000 dollari compiuto da un gruppo di malavitosi di Harlem - quartiere in cui si svolge l’intera vicenda –  durante la quale sono stati  massacrati cinque uomini, tre bianchi e due neri. La banca derubata era controllata dal boss mafioso Nick Di Salvio che, scoperto l’accaduto, inizia una spietata e violenta caccia ai colpevoli per recuperare il denaro. Nello stesso momento anche Pope e Mattelli sono sulle tracce dei rapinatori, in una sorta di caccia parallela che si concluderà sui tetti di Harlem con un bagno di sangue. Il titolo originale del film – e non la solita pessima traduzione italiana, “Rubare alla mafia è un suicidio” – fa riferimento alla 110ma strada, vera e propria linea di confine, nella zona di Harlem, tra il mondo dei bianchi e quello dei neri. Il main theme del film, Across the 110th street, cantato da Bobby Wormac, è tra le canzoni soul più celebri della prima metà degli anni ’70: tanto che Quentin Tarantino ne fa la colonna sonora del lungo piano sequenza di apertura del suo film ispirato alla blaxploitation, Jackie Brown.



 Beh, mi sono dilungato anche troppo.

Buona visione!


STREAMING

 


 

SECONDO NOI TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: