PASS THE POPCORN // BLACK SNAKE MOAN (2007)

12 February, 2015

“Nostro signore ti ha messo sul mio cammino

e io dovrò curarti dalle debolezze della carne”

Lazarus Woods


Avete presente il concetto di cult movie? Bene perché è proprio il piatto del giorno: una piccante e saporita portata in salsa southern; come le alette di pollo fritto; o i mac’n’cheese. Non la più nutriente, non proprio la più bilanciata, ma senza dubbio molto gustosa. Andiamo a scoprine i cinque ingredienti fondamentali:

1. Il cast. Samuel L. Jackson, Christina Ricci. In salsa southern. Non so per voi ma per me è sufficiente (ah, per le ragazzine o le mamme fan: Justin Timberlake… E ve l’ho detto che è un cult movie e non Fellini, no?)

2. La storia. In una piccola città di provincia vive Lazarus Woods , ex bluesman, ora contadino, rinato in Cristo. La moglie lo ha abbandonato ed è andata a vivere col fratello. Nella stessa cittadina vive una ninfetta, Rae, che, in seguito alle sevizie da parte del patrigno, è affetta da ninfomania galoppante. L’intero paesone è passato tra le sue cosce. Quando i due si incrociano, il nero tenta di redimere la bianca: per farlo la incatena ad un termosifone. Di più non dico; ma vi assicuro che è ancora più strano di così….

3. Il vero significato della storia. La storia può essere letta come una metafora del blues, inteso tanto come sentimento, che come genere musicale (che è poi il modo per dargli sfogo, a quel sentimento). La perdizione, il pentimento, la sensualità, la sessualità animalesca, perfino il lamento del serpente nero del titolo, TUTTO rimanda al blues. Non è un caso che un filmato di archivio di Son House apra e chiuda il film.

4. La colonna sonora. Blues ovunque. Blues come parte integrante dell’ambientazione. Dai grandi classici, ai brani scritti proprio per il film e cantati da Samuel L. Jackson: un film tutto da ascoltare.

5. Hot Scenes. E’ un cult movie, per cui queste scene si sprecano: vogliamo partire dal concerto blues nel bar, con tanto di danza scatenata, sudata e simil voodoo?; o forse con Christina Ricci che si contorce sul divano prima di dormire, carezzando lascivamente la catena?; o ancora, con la scena in cui Justin Timberlake minaccia con una pistola Julius Winnfield…ehmm… pardon, Lazarus Woods? e potrei andare avanti per un bel po’.

Non mi resta che augurarvi buona visione.

(La scheda del film a cura di ROTTEN TOMATOES – Click Here – )


STREAMING

 

SECONDO NOI TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: