The Gift Of Gabbo / Vol.3

28 November, 2014

Come potete aver intuito, l’angolo “The Gift of Gabbo” è nato con l’intenzione di proporvi ogni settimana una storia divertente o un aneddoto stravagante sul mondo della Nba. Ci sono certe storie dove i protagonisti o li reputati scemi come capre o li assumete come idoli della vostra vita. In una di queste 2 categorie si aggiunge certamente Marvin “The Iron” Barnes. Partiamo già dal dirvi che il suo soprannome, “The iron”, gli è stato affibbiato perché era solito utilizzare un crick (iron, appunto, in inglese) per discutere su eventuali idee contrastanti con i compagni o qualunque altra persona. Ma non è questo il motivo della sua presenza qui: Barnes doveva prendere l’aereo dato che doveva giocare in trasferta insieme alla sua squadra. Gli States come ben sapete sono vasti e ci sono diversi fusi orari a secondo della città in cui andate. Bene, The Iron avrebbe dovuto prendere un aereo che partiva alle 6:00 per atterrare alle 5:55 e la sua risposta a questa notizia, sapete qual è stata?!  “Non salgo su una fottuta macchina del tempo!”. Soluzione al problema? Affitta un charter. Risultato? 40 punti alla squadra avversaria. Io lo reputo un mito, voi?

“Source: Black Jesus. The anthology by Federico Buffa. “


56821020Marvin “The Iron” Barnes at left //// Julius “The Doctor” Erving at right


SECONDO NOI TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: