Track Of The Day // TOTAL RECALL (1985)

18 October, 2015

Oggi è difficile concepire una musica “autenticamente” oscura come quella dei Sound, i nostri tempi sono di sicuro più frenetici ma anche meno cupi, siamo connessi alle novità del mondo e possiamo condividere le nostre idee in rete dove troviamo molteplici attività per distrarci. Tra la fine degli anni settanta, epoca caratterizzata da una discreta crisi economica, e i primi anni ottanta l’Occidente ha visto deflagrare la rabbia giovanile; il fervore ribelle era vivo negli occhi di gente come Richard Hell, Patti Smith e Sex Pistols. Celebrando la poesia urbana in stile Beat Generation e la furia del garage americano (Stooges, MC5, Velvet Underground) il punk riuscì a schiacciare in un sol pugno il conservatorismo di generi musicali come il glam rock, il progressive e il revival folk. Questa rottura col passato permise a gruppi come i Sound di farsi notare, un vaso di Pandora era stato aperto con il passaggio dai primi punk, più aggressivi, a quelli della seconda ondata, che condividevano la tensione al cambiamento senza scadere in un cliché musicale. I Sound di Adrian Borland vissero una stagione felice (almeno fino al 1984),  grazie ai primi album che suscitarono l’interesse della stampa specializzata. “Total Recall”  è un viaggio nei bassifondi con il basso che scava nella testa e la voce baritonale di Borland, l’atmosfera è quasi claustrofobica ma il refrain melodico ha una forza catartica che alleggerisce la pressione. E può essere retorico ma dire che i Sound abbiano influenzato in maniera determinante il post-punk revival di Interpol, Editors e The National non è poi così forzato. Se i Joy Division sono la pietra angolare del movimento post punk, i Sound meritano di essere annoverati tra gli esponenti più originali del genere.

P.S. : Il maltempo mi ha suggerito quasi istantaneamente l’ombrosità dei Sound. Ho scritto questa track of the day senza aver controllato che su ANHW c’era già “I Can’t Escape Myself”. Una coincidenza perfetta. Stiamo dando a Cesare quel che è di Cesare. Enjoy The Sound!

SECONDO NOI TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: