D_B_D // R.TWO wt REDSHAPE and SAMULI KEMPPI @ Warehouse (23-01)

23 January, 2016

A cura di Domenico Porfido e Pasquale De Prizio


Non conoscono tregua gli eventi targati “R.Two”. Questo sabato il dancefloor del Warehouse di Roma verrà infiammato da Redshape, Samuli Kemppi e Z.I.P.P.O. Ennesimo evento da non perdere.
Diamo uno sguardo più da vicino agli artisti che si esibiranno.

REDSHAPE

at-0524-483628-front


Nel lontano 2006 Redshape, grazie alla famigerata label olandese Delsin Records, debutta nel mondo della techno con “Shapedworld EP”. Questa prima release lo ha lanciato sulla scena internazionale e grazie ad essa ha riscosso i favori di Laurent Garnier, Josh Wink, Âme and Cassy. Redshape vive a Berlino ed oltre a questo non si sa quasi nulla sul suo conto. Cela il suo volto con una maschera rossa che indossa non solo ai concerti ma anche in ogni evento pubblico. Tuttavia il suo stile non nasconde segreti, è evidente che ha studiato a fondo la vecchia scena techno di Detroit e da questa prende le mosse il suo sound che è la versione moderna del suono della storica scena statunitense.


Samuli Kemppi

samuli-kemppi-wall02


Samuli Kemppi è nato in una piccola città finlandese, tra i freddi venti del Nord Europa, dove, da accurato e appassionato esploratore della musica techno a 360 gradi, è diventato, in pochi anni, una vera e propria icona per l’elettronica scandinava. Tra diverse vicissitudini geografiche e climatiche, Kemppi ha sempre avuto una grande influenza sulla scena locale, anche grazie all’ideazione del programma radiofonico “Deep Space Helsinki”. L’artista finlandese ha dispensato, nel corso degli anni, EP su alcune delle più importanti label della scena (Prologue, Perc Trax e Mote Evolver su tutte), prima di scegliere M_Rec Ltd come etichetta a cui affidare il suo album d’esordio “The observer effect” che colpisce per i suoni crudi e impietosi e per la cura quasi maniacale e ossessiva del sound design di matrice analogica. Lasciatevi accompagnare negli angoli più sinistri della techno glaciale nordeuropea.


Z.I.P.P.O

12308229_1165850080110780_1333035530821047080_n


Giuseppe Maffei aka Z.I.P.P.O nasce a Locorotondo, piccola località pugliese, dove può esprimere, al sole e al calore del Sud Italia, tutto quel caos e quelle emozioni pulsanti che gli battono dentro. I suoi suoni prendono spunto da una grande varietà di generi: hip hop, funky, jazz, soul, blues. Oggi si sta confermando come uno dei produttori techno più promettenti in Italia e il suo esordio con la label tedesca Figure e le successive pubblicazioni con Suburban Avenue gli hanno aperto le porte di locali di prestigio in Italia e in Europa. Recentemente ha fondato la propria etichetta FIDES.


Joshwa

Immagine 5


Valerio Finardi aka Joshwa, nasce a Roma nel 1988. All’età di 14 anni inizia la sua attività di dj, esibendosi in alcuni club della capitale. Da quel momento inizia un percorso che lo porterà a suonare in alcuni dei principali club italiani e non solo: il Cocoricò di Riccione, il Red Zone di Perugia, il Warehouse di Roma, il Kalypso e l’Aquarius di Pag in Croazia e l’Affinity Senses in Messico. Suona al fianco di artisti come Nick Curly, Tania Vulcano, Joris Voorn (per citarne solo alcuni). Nel 2014, decide di avviare il progetto Joshwa e inizia a collaborare con la Yaiza Records e la Smiley Fingers records di Londra, dove la sua traccia Moody, dopo un successo inaspettato, viene inserita nella compilation del Sonar 2015.


ZERØ

Immagine 4

Animatore da anni della scena elettronica romana, Valerio Zerø Serranti, con la sua dub techno di matrice Detroit, riscalderà il pubblico con la profonda intensità di suono che caratterizza i suoi set.


ASYMPTOTE

Immagine 6


Pionieri di un concetto di resistenza, Gabriele e Corrado sono ormai una garanzia nel clubbing romano. Pistoni in console e mani alte in pista per il duo techno più determinato del momento.


SECONDO NOI TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: