PASS THE POPCORN // AMERICAN HARDCORE (2006).

28 August, 2015

Prestiamo un attimo di attenzione. Silenzio in sala, per favore: e non solo perché sta per iniziare la proiezione. Qui si parla di rivoluzione: culturale, musicale, politica. Di un nuovo modo di intendere il mondo, di un’aggressione al potere costituito. Di un assalto al cielo: inaspettato, improvviso e violento, come ogni blitz che si rispetti. Si parla di “hardcore“: parola oggi fin troppo abusata, ma che aveva un ben preciso significato nella mente dei loro ideatori. Hardcore significa “fare sul serio”, niente di più, niente di meno: opporsi radicalmente allo status quo, creare una nuova idea di cultura, fuori dagli schemi, fuori dalle catalogazioni, fuori dal main-stream. Controcultura, cultura resistente, chiamatela come volete. Unico obiettivo rovesciare il presente, opporsi al sistema, disegnare nuovi scenari, definire nuove possibilità di vita, lontano da quanto ti è stato promesso, ti è stato tolto, ti è stato negato o mai consegnato. Fuori da quell’incubo all’aria condizionato che viene propagandato come American Dream o American Way of Life. Una rivolta giovane, arrabbiata, rumorosa ma mai cinica o nichilista: pronta a proporre un modo alternativo di intendere la vita, una nuova strada, un nuovo pensiero. Dentro o fuori, questa una delle poche regole. «Do it yourself!», il principale comandamento. Prestiamo un attimo di attenzione, signori. Silenzio in sala: va in scena l’ultimo tentativo condiviso di rivoluzione culturale. Di rumore, ne sentirete abbastanza guardando American Hardcore. Che la lezione di storia abbia inizio. Vedremo se al fine del viaggio sarete ancora gli stessi.


″Jealous cowards try to control.
Rise above.
We’re gonna rise above.
They distort what we say.
Rise above.
We’re gonna rise above.
Try and stop what we do.
Rise above, when they can’t do it themselves.
We are tired of your abuse.
Try to stop us, it’s no use.
Society’s arms of control.
Rise above.
We’re gonna rise above.
Think they’re smart.
Can’t think for themselves.
Rise above.
We’re gonna rise above.
Laugh at us behind our backs.
I find satisfaction in what they lack.
We are tired of your abuse.
Try to stop us, it’s no use.
We are born with a chance.
Rise above.
We’re gonna rise above.
I am gonna have my chance.
Rise above.
We’re gonna rise above.
We are tired of your abuse.
Try to stop us, it’s no use.
Rise above.
Rise above.
Rise above.
We’re gonna rise above.
We’re gonna rise above.
We’re gonna rise above″.

(Rise Above, Black Flag)


Schermata del 2015-08-28 15:04:04


 

 

 

SECONDO NOI TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: