Track(s) Of The Day // Deliver the Word + Betrayal + Drips

14 March, 2016

Le nostre strade con Miguel Atwood-Ferguson  si erano già incrociate tempo fa nel Pass The Popcorn // TIMELESS : SUITE FOR MA DUKES.
Questa volta ci soffermiamo su di un tributo che diede vita il 23 Luglio in Los Angeles, California, per il compianto rapper Keith Elam; meglio conosciuto come G.U.R.U., ossia Gifted Unlimited Rhymes Universal parte leggendaria della cultura BLACK dei giorni nostri e voce del duo epico GANG STARR.
Miguel
è un polistrumentista, arrangiatore, compositore, direttore musicale, produttore, dj, ed educatore che ha all’attivo più di 400 registrazioni e innumerevoli esibizioni dal vivo.
Ha un dono raro che non si è mai manifestato prima sulla terra se non nella sua personalità creativa; così creativa che riesce ad unire l’elettronica alla classica con l’hip-hop al jazz senza battere ciglio o senza ritirare i 1000 passando per il via come nel monopoly.
È cresciuto a Topanga Canyon, soprannominata “Topanga Symphony Orchestra” per il fatto che la città sia un’enclave bohémien che attira artisti, attori, scrittori e registi da Woody Guthrie, a Neil Young, passando per Devendra Banhart, Billy Preston, Joni Mitchell, Gram Parsons, Jim Morrison, Alice Cooper, Van Morrison, Ryan Bingham, Leif Eason, Mark Andes, Jay Ferguson, John Locke, Matt Andes, Kirby Cohee, Neil Diamon, Marvin Gaye e molti altri artisti.



Il figlio d’arte cresciuto sullo «squarcio terreste della creatività celestiale» non poté che plasmare il suo di qualsiasi cosa noi stessimo ascoltando oggi. Il suo tocco lo possiamo percepire in tanti brani di artisti come: Flying Lotus, Dwight Trible, Will.i.am, Dr. Dre, Raphael Saadiq, John Cale, Swizz Beatz, No I.D., Barry Manilow, Kimbra, David Foster, Joss Stone, Bilal, Michael Bublé, Marisa Monte, Common, Randy Jackson, Ray Charles, Big Boi, Rihanna, Shakira, Quincy Jones, Stevie Wonder, Wayne Shorter, Ray Brown, Brad Mehldau, Lana Del Ray, Wyclef Jean,  Gnarls Barkley, Talib Kweli, Karriem Riggins, Pharoahe Monch, Stephen ‘Thundercat’ Bruner, José James, Sly Stone, Shuggie Otis, George Clinton, Seu Jorge, Leon Ware e molti altri.


Le sue composizioni sono un mantra che purifica l’anima dell’ascoltatore.


In questi tre brani che ho scelto c’è l’originale Betrayal prodotta da Dj Premier tratta dallo storico Moment of Truth dei Gang Starr che viene ri-composta, ri-arrangiata e re-inventata da Miguel con Aloe Blacc al microfono in DELIVER THE WORD. Dove la frase «I pay my respect to the voice of the architect», rispecchia il rispetto che hanno questi due artisti per GURU (R.I.P.) che cambiò letteralmente con le sue lyrics il suono del mondo intero.
Il “pay respect” è un concetto della cultura americana che usano molto e che noi ci sogniamo, una sorta di: “lui ha asfaltato/pagato la mia strada prima di me grazie alle sue gesta”. – Un violinista che coordina un musicista elettronico con un batterista fuori dalla norma ed un bassista dalla personalità spiccata? «ummmm hey kiddo!! non credo sia mai possibile»–.
Invece si! Perché Miguel in Drips/Take Notice è riuscito a creare una sinergia unica tra Flying Lotus (laptop) Evan Francis (flute) Dontae Winslow (trumpet) Joey Dosik (alto sax) Kamasi Washington (tenor sax) Garrett Smith (trombone) Rebekah Raff (harp) Marcel Camargo (guitar) Brandon Coleman (keys) Stephen ‘Thundercat’ Bruner (bass) Chris ‘Daddy’ Dave (drums) e Nikki Campbell (percussion)…
Come è finita? 2 anni di psicoterapia ai musicisti che hanno assistito all’accaduto il resto degli ascoltatori “non pervenuti”.


 


Bonus Track

Miguel’s    Discography   

discography_

 Click Here for more…


SECONDO NOI TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: